10/12/2008 - Decreto n. 1/2008

Si comunica che è stato emanato il decreto in oggetto, che entrerà in vigore contestualmente all'esercizio commerciale della linea AV/AC Milano - Bologna attrezzata con ERTMS/ETCS L2 senza segnali fissi luminosi.

Lettera di invio

Testo Decreto

Allegato 1
Allegato 2
Allegato 3

09/12/2008 - Presentazione della Bozza di Provvedimento Quadro per l'individuazione delle attribuzioni in materia di sicurezza ferroviaria e per l'avvio del riordino del quadro normativo

L'entrata in vigore del d.lgs 162/07, che ridefinisce gli assetti istituzionali sul presidio della sicurezza delle ferrovie con l'istituzione dell'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie, rende di fatto superato l'attuale assetto ed in particolare il d.d. n. 247/VIG3 del 22 maggio 2000. Nella giornata dello scorso 4 Dicembre, per dare avvio alla fase di riordino del quadro normativo, è stata presentata agli operatori di settore ed alle associazioni sindacali, la prima Bozza di Provvedimento Quadro.

05/12/2008 - Problematica relativa agli infortuni dei viaggiatori relativamente all'uso delle porte nelle fasi di salita e discesa dai treni

La problematica sugli infortuni dei viaggiatori relativamente all'uso delle porte nelle fasi di salita e discesa dai treni è stata affrontata dall'Agenzia fin dal primo momento in cui ha iniziato a svolgere le attività assegnategli dal D.Lgs. 10 agosto 2007, n. 162.

Testo completo.

31/10/2008 - Interpellanza per la ricerca di Esperti/Specialisti per le esigenze dell'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie

Per le esigenze dell'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie, istituita con sede a Firenze sulla base di quanto prescritto dal D.L. 162/2007, viene emanata la seguente interpellanza rivolta a tutto il personale del Gruppo Ferrovie della Stato a cui è applicato il CCNL delle Attività Ferroviarie e l'Accordo di confluenza e con contratto a tempo indeterminato.

21/10/2008 - Comunicazione alle Imprese Ferroviarie

In data 17 Ottobre è stata inviata alle Imprese Ferroviarie la nuova "Procedura di rilascio del NOI/NOME STB"

10/10/2008 - Pubblicazione del Rapporto Annuale sulla Sicurezza della Circolazione dei Treni e dell'Esercizio Ferroviario per l'anno 2007

A distanza di circa quattro mesi dall'avvio delle attività dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie - ancora nella fase transitoria di prima applicazione del decreto legislativo istitutivo n°162/2007 - viene pubblicato il primo Rapporto Annuale sulla Sicurezza della Circolazione dei Treni e dell'Esercizio Ferroviario.

11/09/2008 - Revisione B della "Specifica Tecnica per i dispositivi in lega di alluminio di ausilio all'immobilizzazione dei treni"

Con l'emanazione della Disposizione 21 di R.F.I. del 9 maggio 2007, apportante modifiche alla Prefazione Generale all'Orario di Servizio, è stata prevista l'introduzione, come dotazione di bordo nei mezzi di trazione, di una nuova tipologia di staffa (dispositivo di ausilio all'immobilizzazione dei treni) in lega d'alluminio, alternativa e con utilizzo analogo alla tradizionale staffa in legno già prevista dalla normativa vigente.

Al fine di definire le caratteristiche costruttive delle staffe, i criteri di qualificazione delle ditte produttrici e di accettabilità del prodotto, R.F.I. ha emanato, con Disposizione 50 del 9 maggio 2007, una "Specifica Tecnica per i dispositivi in lega d'alluminio di ausilio all'immobilizzazione dei treni".

In esito alla necessità sopravvenuta di procedere, da parte delle strutture competenti di R.F.I., ad una revisione della specifica, per garantire la continuità delle attività e nelle more della definizione da parte dell'ANSF dei principi e delle procedure di cui all'art. 6 comma 2 lettera c) del decreto legislativo 162/2007, si rende disponibile nella sezione Normativa di sicurezza e interoperabilità il testo integrale della Revisione B della "Specifica Tecnica per i dispositivi in lega di alluminio di ausilio all'immobilizzazione dei treni".

03/07/2008 - Direttiva sull'utilizzo del dispositivo vigilante.

A quindici giorni dall'assunzione, da parte dall'ANSF, dei compiti in materia di norme e standard di sicurezza della circolazione ferroviaria precedentemente attribuiti al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ed al Gruppo FS, è stata emanata la prima Direttiva dell'Agenzia, inerente l'utilizzo del sistema di controllo della vigilanza del personale di macchina addetto alla condotta dei treni.

L'emanazione di tale Direttiva, rivolta alle imprese ferroviarie, si è resa necessaria in relazione alle scadenze previste da precedenti Direttive Ministeriali sull'argomento; essa è basata sulla ricognizione della normativa comunitaria e nazionale attualmente vigente in materia e tiene conto degli orientamenti emersi nella fase di redazione delle specifiche tecniche di interoperabilità recentemente adottate dalla Commissione Europea o, comunque, in avanzata fase di elaborazione da parte dei competenti gruppi di lavoro istituiti presso l'Agenzia Ferroviaria Europea.

La Direttiva, emanata il 30 giugno 2008 (Prot. n° 1/dir/2008) ed il cui testo integrale è disponibile nella sezione Normativa di sicurezza e interoperabilità, allinea la scadenza del periodo transitorio relativo all'utilizzo del dispositivo vigilante a quella già fissata dalle precedenti Direttive ministeriali per l'installazione, a bordo dei rotabili ferroviari, dei sistemi di controllo della marcia e di supporto alla condotta dei treni.

03/07/2008 - Prima operatività per l'Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie

È stato dato avvio alla fase transitoria che garantirà il funzionamento dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie nelle more della definizione dei regolamenti attuativi del decreto legislativo 162/07 che daranno la forma giuridica definitiva e l'autonomia finanziaria al nuovo soggetto.

Tale fase transitoria, articolata a sua volta per sottofasi, prevede l'utilizzo - regolamentato da una convenzione fra Ministero, Agenzia e FS - da parte dell'Agenzia stessa di personale del Gruppo FS in modo da consentire lo svolgimento delle attività con la necessaria continuità e utilizzare al contempo il know how presente.

La convenzione viene attuata mediante più verbali in cui vengono definite le attività che transitano da RFI all'Agenzia ed il personale tecnico preposto a svolgerle; tali verbali sono ratificati dal Ministero che sancisce il passaggio delle relative competenze.

Il primo verbale è stato sottoscritto il 6 giugno u.s. ed è stato ratificato con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti n° 0002043 del 10 giugno 2008 che ha disposto l'entrata in vigore dal 16 giugno 2008.

In prima attuazione l'Agenzia consegue una prima operatività con circa 100 unità di personale per svolgere le competenze in materia di:

  • regolamentazione relativa alla sicurezza della circolazione ferroviaria
  • verifica dell'applicazione delle norme adottate
  • processi autorizzativi ed omologativi di sistemi, sottosistemi e componenti di materiale rotabile
  • rilascio dei certificati di sicurezza alle Imprese ferroviarie

Restano quindi in capo ad RFI le competenze sui sistemi, sottosistemi e componenti riguardanti la rete. Tali compiti verranno trasferiti in una seconda fase, comunque in corso di attivazione.

23/06/2008 - Direttiva sicurezza.

È stata emanata, il 19 marzo 2008, la Direttiva del Ministro dei trasporti sulla sicurezza ferroviaria (DM 81/T esercizio 2008) relativa agli interventi tecnologici per la protezione della marcia del treno da attuare sulle reti regionali e sui rotabili che circolano sull'infrastruttura nazionale gestita da RFI.

La Direttiva, il cui testo completo è disponibile nella sezione Normativa di sicurezza e interoperabilità, stabilisce che i gestori delle reti regionali interconnesse alla rete nazionale attrezzino, entro 3 anni, le proprie linee ed i rotabili ivi circolanti con sistemi in grado di garantire i medesimi livelli di sicurezza adottati sulla rete nazionale in gestione ad RFI. Inoltre, vengono stabilite le modalità ed i tempi entro i quali le imprese che circolano sulla rete RFI sono tenute a completare il programma di installazione dei propri rotabili con i moderni sistemi di sicurezza. 

All'Agenzia è assegnato il compito di monitorare l'attuazione di quanto stabilito, promuovendo l'emanazione di eventuali prescrizioni di esercizio e valutando - di concerto con il Ministero dei trasporti - le proposte che RFI è chiamata a formulare al fine di garantire la sicurezza della circolazione anche in un periodo di transitorio previsto dalla Direttiva, il cui termine è fissato al 31 giugno 2009; data oltre la quale, sulla rete RFI, non potrà più circolare alcun rotabile sprovvisto dei moderni attrezzaggi di sicurezza.