Atti

L’Agenzia, ai sensi dell’art. 7, comma 3, del decreto legislativo 14 maggio 2019, n. 50, concernente “Attuazione della direttiva 2016/798 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 maggio 2016, sulla sicurezza delle ferrovie”, può stabilire nuove norme nazionali nei casi seguenti:

  • quando norme relative ai metodi di sicurezza esistenti non sono contemplate dai Metodi Comuni di Sicurezza;
  • quando norme di esercizio della rete ferroviaria non sono ancora oggetto di una Specifica Tecnica di Interoperabilità;
  • come misura preventiva d’urgenza, in particolare a seguito di un incidente o inconveniente;
  • quando è necessario rivedere una norma già notificata alla Commissione europea;

quando norme relative ai requisiti del personale addetto a compiti di sicurezza essenziali, tra cui criteri di selezione, idoneità sotto il profilo fisico e psicologico e formazione non sono ancora coperte da una Specifica Tecnica di Interoperabilità o dal decreto legislativo 30 dicembre 2010, n. 247.

L’Agenzia, ai sensi dell’art. 16, comma 2, del decreto legislativo 14 maggio 2019, n. 50, è incaricata, tra l’altro, di svolgere i seguenti compiti:

  • promuovere il riordino e sovrintendere all’emanazione di norme tecniche e standard anche con riguardo al trasporto di merci e passeggeri, anche su proposta motivata dei soggetti del sistema ferroviario di cui all’articolo 4 del medesimo decreto, nonché vigilare sulla relativa applicazione;
  • controllare, promuovere e, se necessario disporre, che i gestori delle infrastrutture e le imprese ferroviarie emanino disposizioni e prescrizioni di esercizio, in coerenza con il quadro normativo nazionale;

stabilire i principi e la ripartizione delle competenze degli operatori ferroviari in ordine all’emanazione delle suddette disposizioni e prescrizioni.

Nella presente sezione sono elencati i principali atti emanati dall’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie che rivestono carattere normativo per effetto delle suddette norme e del previgente quadro normativo (ex art. 6, comma 2, et ex art 12 del decreto legislativo n. 162/2007):